Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 giugno 2014 3 04 /06 /giugno /2014 16:34

Giudice di sorte

Quale sorte
giudica consenso
sepolto oppure
vivo aggrava
ed è libera di fare
senza senso,
zittisce consensi
t'avverti l'evento
quando dal baratro
distingui digiuni precipizi,
ed è lesta sorte
tace si fa sentir
assente nel intrufolo
sporco di male
asporta destini,
indelebili di croce
fasulle parole
cantate d'aria
l'insolito sembra
respiro che morde,
doni mena
se buona e getta
via l'aspro , regala
un chiarirà spesso
illude se e sorte ambigua
di raro complotto,
una battaglia muta
a colpi di profezia,
nel insieme vivi da invano ferito nel pensare di cambiare,
ma lei attacca, lei è la sorte comanda, tutto nel urlo,al tacitare destino.

Destino una luce che si accende quando vuole.

Destino una luce che si accende quando vuole.

Condividi post

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento

commenti

Presentazione

felicia

Link