Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
18 novembre 2015 3 18 /11 /novembre /2015 05:08

Onesta vita,
legge pura del vivere,
io passo da te nei ricordi prima d'amare,
frugo negli angoli del cuore,
se posso dir amore,
chiedo e mormoro il suono del canto
dell'amata mia, che s'alzerà
e suonerà negli occhi miei la nuova
immagine di melodia,
il nuovo nome, amore,
libero su una folla folta via,
amore, lei proprio lei,
felice e sorridente,
bella e delicata,
adagiata sulla mia sella fiorita di vita,
in braccio all'onda dell'anima mia,
lei è ricca, perché io non possiedo odio,
io sono vero, solo perché donai amore,
adesso insieme siamo il sole perduto
in una sola luce d'amor donato.
Una vita ferita è
nel diritto e nella ragione di pretendere, dal vivere,
tutto l'amore.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesia.
scrivi un commento
27 gennaio 2015 2 27 /01 /gennaio /2015 16:32

Arido cospiro.

Coi vellutati sapor addlciti,
nelle vie dei suoi visi nascosti,
gli ruspai passioni segrete,
le presi le braccia nelle notti cullanti,
cullandola e cogliendola di cospiri di labbra,
come un fior che rinasce,
dai suoi germogli mariti smmariti le imposi nella notte,
il sole e lei volò, su di me, sul mio corpo volarono via le incertezze,
che donna, che corpo rinato di bianco schienato
illustre sapor al cuor mio, di doni le donai le certezze
alle sue domande d'esser donna e le sferrai il palmo melato,
nel fruscio di carezze, col profumo d'un sentimento disciolto
all'ebbrezza la cielai i freddi e l'invernare mal colpito
ferito col piombar del mio ruggito, in un tocco di cuor virile
mandò via i suoi silenzi asserragliati.
Che or si sciolgono in me, in ogni notte che lei scruta nei buii
col suo corpo, il suo viso, lei ancor ferma e decorosa
in questa dannata anima mia, che mi rinnega in un'altra donna,
ancor la cospira d'inferto sgualcito amore,
lei è annodata nell'anima dolce e ferita,
io legato da povero uomo, nel dir ancor perchè è finita.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento
13 gennaio 2015 2 13 /01 /gennaio /2015 09:32

Ora che ti sento.

Quanto ho dato per te,
neanche Dio lo sa, 
si, e nemmeno riesce ad immaginare.
Tutto l'amore che ho saputo donare 
e darti questo mio cuore.
Con te ho speso il mio tempo, i miei anni, tu eri la mia vita,
le ore vive immerse sul mio petto, 
l'emozione di giorni scritti sulla pelle, 
ancora mi dai brividi nell'anima. 
Se tu fossi qui, completamente sciolto nel mio respiro, 
per cambiare questo bastardo destino, 
soffro, è un periodo da schifo, 
ti rammento nel nero della mia mente,
sono sostenuta dalle parole buie delle mie bugie,
le ascolto tra i pensieri miei,
che non credevo mai di poter dire,
annego nella gola, mi singhiozzi dal cuore, 
ti amo, ti amerei fortemente, come prima non ho saputo fare, 
immensamente, come adesso ti spiega il mio onore,
questo enorme rancore di una donna, 
nell'errore d'amore infelice, 
legata, forzata sul cammino,
che donna ipocrita che sono, 
una donna versata nello sbaglio del suo stesso inganno, 
mi manchi, ora che ti sento, 
parla tanto questa goccia che scivola 
e si versa nella malinconia di te, 
negli occhi ti vorrei e solo cosi sognerei la vita, 
che passa e ritrovo da sola
col vento di un dolore, 
per l'errore forte che mi barrico dentro, maledetto, 
anima mia, scusa se io, 
spenta non t'ho saputo dare tutto quello 
che ogni notte, dentro, addosso, riesco a sentire.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento
3 gennaio 2015 6 03 /01 /gennaio /2015 11:51

Una cascata d'amor.

E' l'arresa di vita, qui in me tutto evapora,
negli animi di gocce sparse e sperate, lì troppo sventrate
e poi sventate nelle ventate perdute,
morì il grigio mio umore per aspro, ma or posto or casco,
scendo, mi tuffo nella gioia giù nel sorridere,
cado e mi getto nella fonte vera delle gioie, quelle immense,
io mai dicevo nel tempo torpido, quel che or toccassi ed or amo,
son anima d'acque pure e, nel cadere, verso la vita
nelle cascate d'abbracci e con amor solo innaffio in lei i suoi occhi con gioie brillanti, quei suoi sorrisi che raccolgo nel mio cuor come dei fior.

Una cascata d'amor.

Una cascata d'amor.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento
28 novembre 2014 5 28 /11 /novembre /2014 10:31

La prevalsa è un diritto di vita.

Un anima avvolta stanotte
è il cielo,sospeso si affanna
per la corsa inutile d'un battito di mondo,
che cade sempre di più
nelle sue pretese
su presupposte stupidi
ragioni di guerre,volute
e affrontate dall'audace 
idiozia reale impazzita dell'uomo.
Sprovveduto sotto le sue scie
che bruciano sempre di più 
un fumo nero di coscienza,
Come l'anima d'un cinguettio
urla il suo ultimo volo bussa 
e chiedendo un nido di pace,
mentre nell'aria i colpi 
di cannone colpiscono 
di paure,c'è morte tra le fantasie di un bambino,
che sente sterminare 
la luce nel buio,tacendo la sua vita
dolce nel volo nero e piegato
del tempo crocifisso da tempo
dall'uomo col suo misero inappagato
desiderare, un'altra materia o paradiso,
uccidendo perdendo
l'anima di un suo prossimo
figlio del mondo,quel bambino
inginocchio sulla bora d'onde,
trema coi denti e le mani ferite
nel tocco di penosità, che vive
e non necessità, alla prevalsa 
del suo diritto naturale d'un prossimo domani,
costruito sotto un cielo di vita semplice e migliore.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento
26 novembre 2014 3 26 /11 /novembre /2014 09:40

La stella dei perchè.

Ella era. Poi nacque e fu tempesta nella sventurata
notte che domandò cos'è l'amor alla stella dei perchè.
Spinta dal vento nello strascico chinato delle nebbie fitte e lenta,
nello scialle del suo manto bianco di preghiere, pose le sue domande,
chissà codesto egregio signor amor come è. 
Ed una stella puntata nella mente del cuore, dal abito abbindolante e allunga un perchè, esterna il flusso dell'anima nell'eco di spoglie di fiori e sa cogliere l'eterno d'un corpo in un'altro corpo, che allieta sulle labbra nel cader nella quietudine, d'un'eden,sa risorgere col sole l'egregio amor se lo curi ed aspetti al mattino dal cielo nel raggio di un grembo, nelle tinta di albe del dipinto d'un bacio di vita sa stellarti anche la luna,nel temperarti vera da un perchè, ti sa donar la vita e anch'esso in una notte sveste una lacrima per donartela a te mia piccola dolce e amata donna, dalla stella di un perchè,adesso ami e sei vera.

Leggi i commenti

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesia.
scrivi un commento
14 novembre 2014 5 14 /11 /novembre /2014 20:32

Cieli grigi.

Amata vita,
violentata da una proroga 
ingabbiata di guerre ed ostilità,
piena di segni, tatuati coi graffi illusi,
sotto cieli grigi di pene potenti.
Alle porte inferte di giorni infausti,
bruci nel dar fumo al pensiero.
Con sogni d'arrivo su quel giardino spinato,
aspetti l'alba di qualunque luce
che cambi e svegli gli abbiocchi venti
di un vecchio mattino,
che liberi ed incoraggi
un sapor d'ebbrezza nel chiarir,
che sparga, agli angoli deserti,
il vivere in un gioire d'incanto sulle sponde,
nel riflesso di occhi che esprimono
un vero male d'amor.

Leggi i commenti

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesia.
scrivi un commento
2 novembre 2014 7 02 /11 /novembre /2014 12:57

Germogliata mia ragione.

Sul viale amante t'animi eterna luce, lampo del mio bene, sosti passionale madornale coscienza , mia coerenza soccorso d'amore batti le percussioni al di la del mio tempo e conti i solchi miei, uno per uno e poi mi dai coraggio, mi tracci racconti, i conti delle mie speranze stellate, forse chiuse e poi passate, ma ali alle tue arie, ed io sento cader confronto che conforta paure, sai l'amor che contengo , ti svolgi accanto ai temi delle ore frivole e leggere, spostando i venti di malinconiche dietro i laghi di bugie, anima sobrietà e ragione delle mie parole, tu sollevi in volo i fianchi della mia vita , che urla sai con te si salva, sui brividi di vita cosparsa mia musica , tu sospiri, nell'esitar tatto e tremo nell'attimo assoluto del cantare un carezzevole di un assoluta esistenziale costanza, tu sei la mia esistenza, pur che viva errante, ma priva di mente fatta con cuor e cure, sei la rosa benedetta germogliante d'inverno e, amami che io e te saremo, il tempo.

Germogliata mia ragione.

Germogliata mia ragione.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesia.
scrivi un commento
28 ottobre 2014 2 28 /10 /ottobre /2014 17:17

Pura e Chiara.

Amata mia luce, figlia dei bui e madre dei venti,
amplia mia pura esistenza,
dono mio risveglio col sol ti sento, sei un cuor di bene,
sei cara Chiara, una donna che sento nel ciel,
chiara dal viso tenero, si ,spargi luce dagli occhi e cuor, sei molto bella,
passeggi accanto hai miei occhi, nel ciel sei chiara di luce dipingi ed apri le rose, le doni alle spose , sulle sponde di luce e dei cuor tu sei la regina dell'amor, chiarisci i sogni, sei pace, luce che ama , piangi addolorata di pioggia, che non si pente e tu, Chiara nel versar il manto di pianto al mal principio mattino,
che vedo e m'innamoro e sento dentro come un bambino ,
che crede e cerca di volare per venirti, ad abbracciare.

Pura e chiara.

Pura e chiara.

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesia.
scrivi un commento
22 ottobre 2014 3 22 /10 /ottobre /2014 21:44

Mia meraviglia.

Poi si sorrido
con in petto la speranza
di rivedersi specchiarsi
ancor negli occhi,
per dir finalmente,
non aspettavo altro che te,
le tue labbra mia meraviglia,
che svegliassero i sogni
da questo brutto sonno
vissuto senza te sogno mio bello,
perchè tu mancavi e mancava tutto alla mia vita,
or sei qui bella stretta anima mia,
finalmente respiro il volo di tutto l'amore ,
mi sento volar dentro una vita pura,
la tua amore.

Mia meraviglia.
Repost 0
Salvatore ciaramellla - in Poesia.
scrivi un commento

Presentazione

felicia

Link