Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 luglio 2014 3 09 /07 /luglio /2014 10:15

L'effimero buio.

Fermo seduto in angoli di vita
aspetto la notte,
sbuco dal buio come uno scarafaggio,
su questa vita inerme,ascolto le ratte
istruite dai tombini di città,
scorrono con gli occhi della loro mente,
anche se non parlano si lamentano ed urlano
dalle tane dei loro peccati,l'assenza assorbita dichiarano,
è colpa ingiusta,s'aprono con ali di tono,
sembrano colombe indifese eppur son ratte
sfritte senza olio di cura, e cacciate via,
da un colui che le trapuntava notti,
che verme sia vita,ma tutti la vivano!
E in tanti giudici confermano
che sia la fine. Eppure è vita,
il che sia ratta zoppa oppure
stolta ,morta SI salta,ed esce dalle fogne del malanno,
se non prendi non ti danno,
rimani solo disteso col tuo danno,
stolto oppure bianco impallidito,
e lasciati sgolare i versi nella notte,
lenti come scarafaggi fortuiti nel buio,
che sfamano la vita sui peccati di sfatte ratte,
che aspettano parole dolci innaturali,
sul angolo del anima,al che l'affoga buio
sul fondo del loro letto misero,
perche' sono il darsi ed è vecchio decadente per loro l'amore,
ed è dispetto. Di quel ratto marito sacrificato,un vero abitudinario assassino.

L'effimero buio.

L'effimero buio.

Condividi post

Repost 0
Salvatore ciaramellla - in poesie inedite.
scrivi un commento

commenti

Presentazione

felicia

Link